Dieta post parto: come dimagrire e tornare in forma

0

Il periodo della gravidanza è senza dubbio il più bello ed emozionante che una donna possa vivere. Il corpo cambia e si modifica al fine di accogliere un esserino che crescerà dentro di sé. Ma quando finalmente il piccolo viene alla luce, ogni donna desidera tornare presto in forma e riacquistare la silhouette pre-gravidanza.

Premettiamo che non è certamente semplice durante i primi tempi riuscire a seguire una dieta ipocalorica ferrea, complice la spossatezza post-parto, la fatica dell’allattamento e quel senso di fatica che ogni donna subisce a causa delle tante necessità che un neonato richiede.

Per questo motivo è importante avere ben chiaro l’obiettivo che si vuole raggiungere e la consapevolezza che lo si raggiungerà in tempi non brevissimi. Le necessità del nascituro hanno obbligatoriamente la precedenza, ma con qualche trucco ed i consigli giusti, dimagrire e  tornare in forma dopo il parto è possibile. Nelle righe che seguono illustreremo una dieta pensata appositamente per il periodo post parto che, senza fatica e troppe rinunce, permetterà di buttare giù quei chili di troppo.

Dieta post parto – primo passo

Per prima cosa è importante che i pasti durante l’arco della giornata siano leggeri ma al tempo stesso sani e ricchi di nutrimento, soprattutto se si decide per l’allattamento al seno.

Ma mangiare pasti leggeri e sani non significa rinunciare al gusto, ma anzi, occorre che anche lo spirito sia appagato, soprattutto nella fase del post parto, quando si ha necessità di coccolarsi un po’. Quindi via libera a frutta e verdura di stagione mangiati in piccoli spuntini durante l’arco della giornata, alternati a yogurt e qualche biscotto leggero. In questo modo non si arriverà affamate ai pasti principali.

Sembrerà ovvio infine il consiglio e la raccomandazione di bere molta acqua, molta più di quanto si faccia normalmente. Soprattutto se si allatta al seno, oltre a recuperare la giusta idratazione, bere molta acqua aiuta a sgonfiarsi e ad eliminare le tossine ed i liquidi in eccesso.

Cosa mangiare

Per rendere più facile ed intuitivo i consigli che stiamo dando, di seguito riporteremo uno schema della giornata tipo così che possa essere da spunto.

Giornata tipo

  • Colazione – è il pasto più importante della giornata, è necessario che sia abbondante e che dia le energie di cui si ha bisogno. Assumere, ad esempio, 1 tazza di latte parzialmente scremato con 3 cucchiai di cereali. In alternativa, per un paio di volte alla settimana, è possibile mangiare una brioche o una fetta di torta fatta in casa.
  • Spuntino di metà mattinata – lo spezza fame per arrivare comodamente al pranzo. Può essere un’idea mangiare una porzione di frutta o uno yogurt con qualche biscotto.
  • Pranzo – è bene che sia leggero, quindi una bella insalatona di fagiolini, carote, gamberetti e patate potrebbe essere l’ideale, magari seguita da una porzione di pesce al forno, o al cartoccio, accompagnando il tutto con un panino integrale. In alternativa è possibile mangiare 80 gr di pasta al pomodoro fresco, una bistecca alla griglia ed un contorno di verdure fresche.
  • Cena – anche il pasto serale deve essere leggero, potrebbe essere l’ideale una zuppa di legumi, una mozzarella con contorno di zucchine alle menta, il tutto accompagnato da un panino integrale. Oppure una combinazione giusta potrebbe essere 80 gr di riso condito con verdure a piacere,  un merluzzo cotto al forno con pomodorini e olive, panino integrale.

Alcuni consigli per l’alimentazione post parto

ragazza-incinta

Quello che abbiamo appena illustrato è un piano alimentare per una giornata tipo, ma è bene che siano ben chiari alcuni concetti e che debbano essere sempre rispettati soprattutto nel periodo post parto.

  • Magnesio e calcio – soprattutto se si è in fase di allattamento al seno, le scorte di calcio e magnesio devono essere sempre alimentate. Il latte materno infatti è molto ricco sia di calcio che di magnesio, e per produrlo la donna attinge alle proprie riserve. Quindi bere molta acqua, non rinunciare a latte e formaggi (scegliendo magari quelli a basso contenuto calorico), via libera anche a uova ed ai semi oleosi come i semi di sesamo.
  • Abbinare carboidrati e proteine – il mix carboidrati e proteine è utile affinché l’organismo riceva le giuste energie per affrontare un periodo così impegnativo e faticoso.
  • Omega 3 e Omega 6 – sono entrambi acidi grassi polinsaturi, essenziali per il buon funzionamento dell’organismo in generale ed ancor di più dopo il parto, soprattutto nel periodo di allattamento. Quindi via libera a pesce, frutta secca o semi oleosi, da preferire senza dubbio ad integratori alimentari
  • Limitare lo zucchero – quando si parla di fonti energetiche si pensa subito allo zucchero semolato, ma non c’è nulla di più sbagliato. Lo zucchero raffinato infatti altro non fa che alzare i picchi glicemici con conseguenti periodi di stanchezza e spossatezza. Meglio quindi mangiare, a stomaco pieno, un dolce fatto in casa, magari preparato con farine poco raffinate o grezze.
  • Un po’ di movimento – appena è possibile, dopo i primi giorni di convalescenza e quando ci si sente pronte, è bene iniziare a fare un po’ di movimento. Non occorrono lunghe sedute in palestra, basterà una passeggiata tutte le mattine, portando con sé il piccolo se la giornata lo permette.
Share.

About Author

Leave A Reply