Dieta Proteica: come funziona, opinioni e menù esempio

0

La dieta proteica è un regime alimentare che promette un dimagrimento visibile e duraturo. Molti personaggi dello spettacolo fanno ricorso alla dieta proteica per restare in forma ed evitare il fastidioso effetto yo-yo conseguenza purtroppo di molti piani dimagranti.

Particolarmente utile dopo una gravidanza per recuperare in fretta la forma fisica persa, la dieta proteica è consigliata anche a tutte quelle persone che desiderano aumentare la massa muscolare, come gli sportivi o gli appassionati di body building.

La dieta proteica è uno dei pochi sistemi di dimagrimento amati da chi la segue. Sono tanti i motivi che conducono ad apprezzare la dieta proteica, primo fra tutti è la facilità con la quale si seguono i principi, non ci sono tabelle precise da rispettare, ma un’unica fondamentale regola, ovvero mangiare proteine. Inoltre è facile da adattare alle abitudini comuni che si hanno, non si tratta di stravolgere nulla, ma solo di aumentare le proteine mangiate. Altro particolare da non trascurare è la velocità con la quale si perdono i chili di troppo, con questa dieta infatti si bruceranno rapidamente i grassi in eccesso con un conseguente veloce calo di peso corporeo. Ma ci sono tanti altri aspetti piacevoli della dieta proteica che andremo ad analizzare più nel dettaglio nei prossimi paragrafi.

Come funziona la dieta proteica?

Come si intuisce dal nome, questa dieta prevede l’assunzione di proteine in quantità elevate, maggiore rispetto a tutti gli altri alimenti.

Gli alimenti ad alto valore proteico permessi sono:

  • carne magra
  • uova
  • pesce
  • verdura e latticini (formaggi a basso contenuto di grassi)
  • yogurt

Sono permessi anche integratori proteici da inserire nell’arco della giornata.

Come in ogni dieta, anche in quella proteica ci sono alimenti non ammessi e sono tutti quei cibi che contengono carboidrati, quindi no a:

  • pane
  • pasta
  • patate
  • cereali
  • riso
  • alimenti da forno

Ci sono infine alimenti da consumare con moderazione come la frutta, poiché molto dolce, i grassi che aumentano colesterolo e trigliceridi, salumi poiché contengono molti grassi, nonostante siano particolarmente proteici.

Quando si segue una dieta proteica, non esistono dosi o quantità da rispettare. La regola principale è quella mangiare fino a sazietà così da evitare eventuali attacchi di fame.

Tra un pasto e l’altro devono trascorrere non più di tre ore, al fine di mantenere sempre attivo il metabolismo e promuovere lo smaltimento dei grassi.

Gli alimenti proteici inoltre, sono molto meno calorici rispetto a quelli ricchi di carboidrati. Di conseguenza la perdita di peso sarà più facile.

Frullati e integratori nella dieta proteica

Durante la dieta proteica è possibile consumare anche frullati o integratori proteici. Sono utili per limitare l’assunzione di grassi mantenendo inalterate le quantità di proteine.

I frullati proteici possono essere una valida alternativa per sostituire in maniera bilanciata un pasto, preferibilmente la sera, così da accelerare il dimagrimento.

I frullati proteici devono avere delle caratteristiche precise affinché siano veramente efficaci:

  • le materie prime devono essere di alta qualità
  • devono contenere vitamine e minerali essenziali
  • deve avere il giusto mix di proteine a rapido assorbimento e proteine di assorbimento lento
  • devono contenere additivi che promuovano e velocizzino il dimagrimento

I frullati proteici di prima qualità non devono inoltre contenere manipolazioni genetiche o tracce di antibiotici e ormoni.

Dieta proteica – giornata tipo

Proviamo ora a mettere in pratica ciò che abbiamo appena detto, buttando giù il menù per una giornata tipo di dieta proteica.

Colazione

Un’omelette preparata solo con albumi d’uovo, ricordiamo che il tuorlo è ricco di carboidrati e grassi, mentre le proteine sono contenute tutte nell’albume. In alternativa si può optare per un frullato proteico

Pranzo

Della carne magra oppure del pesce, le quantità sono a discrezione, vale sempre la regola di mangiare a sazietà. Per contorno si può scegliere una verdura cruda oppure cotta al vapore. Si può aggiungere un piccolo peccato di gola preparando in casa uno yogurt alla frutta.

Cena

Per cena, come a pranzo, si potrà mangiare carne o pesce, a piacere, aggiungendo la verdura preferita, potrà essere divertente combinare questi alimenti a piacere. In aggiunta si può assumere un frullato proteico.

Pro e contro

Come tutte le diete sbilanciate verso un solo tipo di elemento nutrizionale, anche la proteica ha i suoi aspetti positivi e quelli negativi.

Tra gli aspetti positivi troviamo senza dubbio la facilità e velocità nella perdita di peso. Inoltre, una dieta proteica permette di diminuire sensibilmente la ritenzione idrica e la cellulite, ottima notizia soprattutto per le donne. Inoltre seguendo una dieta proteica il metabolismo sarà accelerato e si avrà un beneficio anche sulla salute dei capelli che appariranno più forti.

A tutto ciò che abbiamo detto però si contrappongono gli aspetti negativi, che sono possibili mal di testa, alitosi, depressione, ciclo mestruale irregolare, affaticamento del sistema urinario ed epatico. Tutto ciò deriva da una maggiore quantità di proteine nel piano alimentare, a fronte di una diminuzione dei carboidrati. Come sempre la via migliore è quella della moderazione, quindi sì aumentare le proteine diminuendo i carboidrati, ma senza esagerare.

Share.

About Author

Leave A Reply