Zenzero: cosa è, proprietà e benefici

0

Lo zenzero è una spezia originaria dell’India e Malesia. La parte della pianta ricca di principi attivi e che quindi viene utilizzata è la radice, il rizoma. Si tratta di una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Zingiberacee (la medesima della curcuma).

I principi attivi contenuti all’interno della radice permettono allo zenzero di avere benefici curativi medici apprezzati e riconosciuti da diversi studi specifici.

Cosa è lo zenzero?

Lo zenzero, come abbiamo detto, è una radice ramificata ricavata dalla pianta medesima. Si tratta, più specificatamente, di un rizoma, ovvero una radice ramificata. La polpa contenuta all’interno della radice, dove sono contenuti tutti i principi attivi, è di colore giallo chiaro.

La pianta dello zenzero, sebbene originaria dell’Asia, può essere coltivata anche nelle nostre zone, sia all’interno di vasi che nel terreno. Quando la pianta raggiunge una maturazione di 5 mesi, la radice è pronta per essere raccolta e destinata al consumo fresco, se invece si desidera essiccarla occorre aspettare 9 mesi così che sia più ricca di aromi.

Lo zenzero è facilmente riconoscibile dal sapore leggermente piccante, pungente, con note che ricordano il limone.

Proprietà e benefici dello zenzero

benefici dello zenzeroAll’interno della radice dello zenzero, come abbiamo detto, sono contenuti tanti principi attivi e tante sostanze nutritive che rendono questa radice un efficace medicina naturale.

Tra le sostanze nutritive troviamo:

  • una notevole quantità d’acqua,
  • carboidrati,
  • amminoacidi,
  • proteine,
  • sali minerali (tra cui fosforo,zinco, magnesio, manganesio, calcio e potassio)
  • vitamine del gruppo E
  • vitamine del gruppo B

Tra i principi attivi che danno atto a tutti i benefici tipici dello zenzero abbiamo:

  • Zingerone
  • Shogaoli
  • B-bisabolene
  • Gingeroli
  • Zingiberene

Tutti questi componenti che abbiamo ora citato collaborano in sinergia per garantire tutti gli effetti benefici che di seguito spiegheremo.

Digestivo naturale

L’azione dello zenzero sull’apparato digestivo è di protezione, nello specifico va a proteggere le mucose gastriche garantendo un efficace rilassamento dei muscoli gastro-intestinali, compiendo una vera e propria azione preventiva nella formazione di gas intestinali e quindi episodi di meteorismo.

Analgesico per l’emicrania

Lo zenzero è in grado di bloccare l’azione infiammatoria delle prostaglandine, ovvero i mediatori chimici del processo infiammatorio a carico di vasi sanguigni, che provoca il mal di testa.

Glicemia sotto controllo

Secondo uno studio condotto dall’Università di Sidney, in Australia, lo zenzero avrebbe la capacità di controllare i livelli glicemici nei pazienti affetti da diabete. Nello specifico, dallo studio è emerso che lo zenzero sarebbe capace di aumentare il quantitativo di glucosio assorbito dai muscoli in maniera del tutto indipendente dal valore dell’insulina presente in quel momento nel sangue.

Contro il mal di gola e la tosse

Grazie alle sue proprietà antidolorifiche e analgesiche, lo zenzero allevia gli stati di tosse e raucedine agendo come un sedativo della tosse. Inoltre, in caso di tosse grassa, aiuta ad espettorare il muco presente nelle vie respiratorie per merito dell’effetto riscaldante di cui gode.

Antidolorifico naturale

L’effetto antidolorifico dello zenzero si riflette anche in tutte quelle patologie dolorose come artriti o dolori mestruali. Uno studio medico condotto in Danimarca ha dimostrato che lo zenzero ha gli stessi effetti, ed in taluni casi anche maggiorati, dei tradizionali medicinali antidolorifici, soprattutto per patologie dolorose legate alle articolazioni.

Per i dolori mestruali, lo zenzero esplica la sua migliore efficacia sotto forma di tisana.

Contro la nausea da chinetosi (mal d’auto)

Lo zenzero ha la capacità di alleviare i sintomi del mal d’auto, mal di mare, mal d’aria, insomma tutti quegli inconvenienti che accadono durante lunghi viaggi, primo fra tutti la nausea.

In questi casi può essere risolutivo masticare un pezzetto di radice di zenzero fresca o mettere in bocca caramelline a base di zenzero oppure assumere una tisana allo zenzero.

Distende i muscoli contratti

Nei casi in cui sia necessario distendere muscoli troppo contratti dopo un allenamento, può rivelarsi utile praticare un massaggio con il succo di zenzero fresco unito all’olio di sesamo. In questo modo si otterrà un piacevole effetto defaticante e decontraente dei muscoli.

Rinfresca l’alito

Lo zenzero può rivelarsi utile nei casi in cui si soffra di alitosi. E’ provato scientificamente infatti che questa radice doni freschezza all’alito pesante combattendo così il fastidioso problema dell’alitosi.

Zenzero: controindicazioni ed effetti collaterali

Lo zenzero, pur avendo notevoli benefici, deve essere usato nelle patologie lievi. Benché sia un prodotto naturale, non è privo di effetti collaterali, soprattutto se preso in dosi eccessive. In casi di sovradosaggio infatti possono verificarsi episodi di gastrite, gonfiori intestinali o ulcere.

Lo zenzero non deve essere assunto se si stanno seguendo terapie farmacologiche anticoagulanti, poiché questa radice ha effetti fluidificanti sul sangue.

Non deve inoltre essere assunto durante l’uso di farmaci antinfiammatori o ipotensivi.

Infine, durante la gravidanza e l’allattamento, è bene evitarne l’uso, o quantomeno ascoltare il parere del medico, poiché non si hanno ancora notizie certe dell’effetto sul feto o il neonato.

Share.

About Author

Leave A Reply